TURISMO SOSTENIBILE LAGO DI GARDA

Turismo ecosostenibile lago di Garda

Una delle più ricercate ed affascinanti mete d’Italia è sicuramente il lago di Garda, che ha incantato nei secoli artisti e viaggiatori. Quando si parla di questo scintillante lago blu e dei personaggi famosi che l’hanno visitato, non si fa altro che parlare di uomini: dal poeta Goethe, innamoratosi di Torbole, al pittore Dürer, che ha immortalato Arco in un suo quadro, da Mussolini e la sua residenza di Gargnano – paese dove ha vissuto diversi mesi anche lo scrittore D.H. Lawrence – al filosofo Nietzsche, che ha vissuto un mese a Riva, fino al poeta tedesco Rilke, innamoratosi come Dürer di Arco, e ovviamente non manca mai una menzione al poeta latino Catullo e le sue “grotte” e al poeta abruzzese Gabriele D’Annunzio, per via della sua villa-museo-mausoleo con vista lago in quel di Gardone Riviera. Sono solo alcuni degli intellettuali che hanno legato il loro nome a questo splendido paesaggio della Lombardia.

E le donne? 

Se avete mai visitato Sirmione, la “Perla del lago”, se avete passeggiato nel centro, sulle rive del lago, in Via Catullo, quasi sicuramente siete passati davanti a questa imponente villa gialla di tre piani, forse non sapendo a chi appartenesse. Maria Callas, La Divina, è stata un soprano di fama internazionale e per molti anni ha scelto proprio il lago di Garda per trovare un po’ di quiete. Qui arrivò nel 1952.

Rossella O’Hara: per trovare un po’ di pace dai riflettori, o per la sua salute, la sua scelta cadde proprio sul lago di Garda, in particolare sulla meravigliosa località del piccolo promontorio di Punta San Vigilio.
Se non avete mai visto questo angolo di paradiso (letteralmente un angolo!), vi consigliamo di farci un pensierino.

La principessa Lady Diana non ha preso casa sul lago di Garda, ma sappiamo che agli inizi degli anni ’90 è stata ospite di Villa Guerrieri Rizzardi, nel centro storico di Bardolino, una stratosferica villa ottocentesca completa di giardino ed orto botanico con vista lago.

TURISMO GREEN LAGO DI GARDA

Il lago di Garda, chiamato anche “Benaco”, è una zona ricca di verde ideale per il relax, un’oasi di pace e tranquillità di eco internazionale. E’ distante circa 100 Km da Milano ed è situato tra le province di Brescia, Verona e Trento.

L’area del lago di Garda è ricca di luoghi selvaggi, antiche abbazie, spiaggette dimenticate e ancora paesi antichi: si tratta di zone da scoprire che sembrano non cambiare mai.

LAGO DI GARDA  PER UN TURISMO SOSTENIBILE

Il futuro chiede la sostenibilità. E questo messaggio deve passare anche attraverso la quotidianità. Questo vale anche per la scelta della struttura che lavora nel rispetto per l’ambiente con un progetto a zero-emissioni o la scelta plastic-free. Anche la materia prima è un tema che vale la pena affrontare: si passa dai certificati (pensiamo a Friend of the Sea, un programma di pesca sostenibile riconosciuto a livello internazionale) alla filosofia zero waste, cioè l’idea di ridurre a zero gli scarti. Non solo: la stessa guida Michelin, che opera dal 1962, ha avviato il progetto “Green Clover”, dove locali e ristoranti vengono valutati secondo alcuni criteri di sostenibilità: le stelle sono così sostituite da quadrifogli.

I NOSTRI CONSIGLI E LE NOSTRE OFFERTE

redazionelagodigarda@gmail.com

Cosa vedere sul lago di Garda? Cosa fare durante il week end o in vacanza? Ve lo anticipo, gli spunti sono tanti: natura, sport, storia, cultura, avventura … ma anche divertimento. L’area vanta un’ampia varietà di attrattive, sia a livello paesaggistico, che storico e culturale.

Basti pensare che, oltre ad essere il lago più grande d’Italia, il Benaco bagna ben tre regioni: Veneto, Trentino Alto Adige e Lombardia. Anche per questo gli scenari che potrete apprezzare sono molteplici e non mancano isole e punti panoramici da cui ammirare il lago dall’alto.

COSA VEDERE SUL LAGO DI GARDA

Sicuramente i borghi: la bellezza del lago di Garda risiede anche nei graziosi paesini che popolano le sue sponde. Una passeggiata lungo le loro vie è, nella sua semplicità, una delle esperienze imperdibili da fare sul lago di Garda. Cittadine piccole ma animate, tutte dotate di bei porticcioli, abbellite da palazzi storici, viuzze ed inaspettati scorci sull’acqua. E’ difficile consigliarvi un paese rispetto all’altro. Vi suggerisco di studiare il vostro itinerario collocandoli sulla mappa: Desenzano, Sirmione, Bardolino, Lazise, Riva del Garda, Limone, Salò, Gardone per citare i più importanti.

Non dimenticate che alcune cittadine custodiscono un patrimonio culturale non di poco conto. A Sirmione, ad esempio, non perdete il Castello Scaligero e la visita all’area archeologica delle Grotte di Catullo, che conserva al suo interno i resti di una delle maggiori ville residenziali dell’Italia settentrionale.

Un giro in barca a vela: vi trovate al lago, che ne dite di… levare le ancore? Avete diverse possibilità per navigare il lago di Garda, ecco le principali: una giornata, mezza giornata, o magari un paio d’ore, per ammirare il tramonto. 

Un pranzo a Punta San Vigilio: decisamente uno dei punti più romantici di tutto il lago di Garda. Punta San Vigilio si trova sulla costa orientale, nei pressi di Garda. Seguendo le indicazioni giungerete a questa stretta penisola, dove originariamente sorgeva un piccolo borgo. Oggi ritroverete la tradizionale locanda (convertita a ristorante ed hotel di lusso), dove però potrete anche semplicemente gustare un pranzo con vista porticciolo.

Se vi state però chiedendo come trascorrere qualche ora nei dintorni, senza dover rimettere in moto l’auto, la soluzione è a portata di mano: la penisola è anche sede del Parco Baia delle Sirene uno dei punti balneabili più belli e meglio attrezzati del lago di Garda. 

Ammirare il lago dai punti panoramici: in mongolfiera sarebbe il top, comunque sia quello del lago di Garda dall’alto, soprattutto nelle giornate limpide, è un panorama meraviglioso che non dimenticherete facilmente. Vi consiglio, nello specifico, tre punti panoramici da tenere in considerazione: Monte Baldo, da quasi 1800 metri. Prendere la funivia a pagamento a Malcesine e poi salire sulla cima panoramica. Rocca di Manerba e Bastione di Riva del Garda (gratis).

Visitare Isola del Garda: si colloca sulla sponda bresciana del lago di Garda, a poca distanza da San Felice del Benaco. La villa, progettata in stile neogotico veneziano dall’architetto Luigi Rovelli, risale ai primi del ‘900 ed è straordinaria. A completare la cornice, terrazze e rigogliosi giardini all’italiana, popolati da fiori e piante, sia locali che esotiche. Davvero uno spettacolo.

Soggiornare in un eco b&b in collina o in un Glamping: il lago di Garda offre grande varietà anche dal punto di vista dell’ospitalità. Se siete alla ricerca di completo relax e contatto con la natura, vi consiglio di scegliere uno dei romantici b&b in collina, oppure di vivere un’esperienza insolita e divertente alloggiando in una tenda Glamping. Saranno entrambe esperienze indimenticabili che arricchiranno il vostro soggiorno. La zona del lago è inoltre spesso affollata durante l’estate, scegliere una sistemazione più particolare vi consentirà di evitare la confusione.

Esplorare il Vittoriale degli Italiani di Gabriele D’Annunzio: non pensate al Vittoriale come ad un edificio, quanto più ad un complesso di costruzioni, giardini, corsi d’acqua, ed addirittura un teatro all’aperto. Fu eretto tra il 1921 e il 1938 a Gardone Riviera, sulla sponda bresciana del lago di Garda, a memoria delle imprese degli italiani durante la prima guerra mondiale e a celebrazione della stessa vita di D’Annunzio, il “poeta-soldato”. E’ senza alcun dubbio una delle tappe da inserire tra le cose da vedere al Lago di Garda. Dopo la visita al Vittoriale potete fermarvi a Salò per una passeggiata ed ammirare il suo incantevole golfo.

Pedalare lungo la ciclabile sospesa: sono stati inaugurati i primi 2km della pista ciclabile sospesa che collegherà Limone sul Garda al confine con il Trentino Alto-Adige. L’opera si inserisce in un progetto ben più ampio che vorrebbe collegare con una lunga e unica pista ciclabile ben 19 località del Garda. A progetto ultimato diventerà la ciclabile più lunga d’Europa, un unico itinerario di ben 140km.